domenica 7 maggio 2017

Risarcimento e dichiarazione dei redditi


Una delle domande che ci rivolgono frequentemente i nostri assistiti riguarda l'obbligo o meno di pagare le "tasse" sul risarcimento ottenuto. In altre parole, le somme percepite a titolo di risarcimento sono soggette a tassazione ai fini delle imposte sui redditi? Per rispondere a questa domanda è necessario distinguere le cosiddette "voci di danno" e cioè a che titolo sono state riconosciute le somme che compongono il risarcimento, in quanto l'imponibilità delle stesse dipende dalla loro natura. Infatti l'art. 6, comma 2 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) spiega che devono essere sottoposte a tassazione solo quelle somme corrisposte a titolo risarcitorio che abbiano funzione integrativa o sostitutiva del reddito, cioè quelle che riguardano il cosiddetto "lucro cessante" e che quindi integrano mancati guadagni.

domenica 26 febbraio 2017

Colpo di frusta? Basta pretesti per non risarcirlo!


Ancora una sentenza contro le Compagnie di assicurazione che tentano ancora qualsiasi pretesto per non risarcire il cosiddetto "colpo di frusta". Il Giudice di Pace di Venezia, con la recente sentenza n. 796/2016 ha condannato la Compagnia di assicurazione al risarcimento del danno e alla segnalazione all'IVASS, istituto che dovrebbe vigilare sul corretto comportamento delle Assicurazioni.

sabato 16 luglio 2016

Cadute di ciclisti e pedoni. Chi risarcisce i danni?

Cadute di pedoni e ciclisti a causa di cattiva manutenzione. Di chi è la responsabilità e chi risarcisce i danni?
Sono casi che accadono frequentemente quelli di subire danni a causa di cadute determinate da buche, marciapiedi sconnessi, tombini dissestati o parzialmente aperti e in generale di tutte quelle situazioni relative ad una cattiva manutenzione di luoghi aperti al pubblico transito.
In tutti questi casi si configura una responsabilità della Pubblica Amministrazione (Comune, Provincia, Regione, ecc.) che, in qualità del suo ruolo di ente proprietario o gestore della strada o del marciapiede, è tenuta a risarcire i danni cagionati agli utenti in caso di omessa o inadeguata manutenzione.

sabato 18 giugno 2016

Autovelox viola la privacy: multato il Comune


A seguito dell'invio della foto dell'autovelox al domicilio del trasgressore, il Comune di Adria si prende una sanzione da parte del Garante per la protezione dei dati personali. Il fatto risale al 2012, quando un automobilista viene pizzicato dall'Autovelox e si vede recapitare a casa la contravvenzione per eccesso di velocità con annessa la foto che ritrae anche altre persone oltre al conducente dell'autovettura.

domenica 17 aprile 2016

Incidente: l'assicurazione deve risarcire anche se la polizza è "falsa"

E' una di quelle sentenze che avranno certamente delle conseguenze importanti per le assicurazioni, quella della Corte di Cassazione che stabilisce il principio secondo il quale se la polizza è "falsa" la Compagnia di assicurazione è tenuta comunque a risarcire il danneggiato di un incidente stradale.
Nel caso preso in esame la "falsità" della polizza è costituita da un certificato assicurativo rilasciato  dall'agente dopo che era avvenuto l'incidente e fraudolentemente retrodatato.

mercoledì 13 gennaio 2016

Le Assicurazioni non vogliono pagare? condannate al quadruplo delle spese processuali.

Segnaliamo una sentenza, a detta di alcuni, "esemplare", del Tribunale di Tivoli che ha condannato due Compagnie di assicurazione a pagare al danneggiato una somma di circa quattro volte il valore delle spese processuali, motivandola con il fatto che dette Compagnie si erano "ostinate" a resistere in giudizio malgrado non vi fosse una reale motivazione, con l'evidente scopo di far desistere il danneggiato dal procedere nell'azione civile per il risarcimento dei danni.

martedì 22 dicembre 2015

Meglio scegliere l'assicurazione giusta!

Chiedersi quale sia l'assicurazione migliore è spesso inutile. Non esiste l'assicurazione "perfetta", ma semmai l'assicurazione migliore in termini di qualità/prezzo e quella che maggiormente si adatta alle nostre esigenze.

Molto spesso siamo alla ricerca dell'assicurazione più "economica", ma siamo sicuri che sia davvero la migliore per quello che vogliamo? Infatti, anche se il costo è una voce importante nella scelta di una buona assicurazione, non è certamente l'unica dalla quale far dipendere la nostra decisione. E' necessario prima di tutto capire cosa vogliamo noi dall'assicurazione, quali sono le garanzie che ci interessano, quale il capitale assicurato e quali sono le cosiddette "condizioni di polizza".